25 settembre 2011

Pelinkovac, l'amaro balcanico

Si pronuncia pelìnkovàz ed è un liquore amaro a base di erbe, tra cui anche l'artemisia (ovvero l'assenzio che contiene molecole di tujone, contenuto anche nella salvia e nella marijuana) che da il nome al liquore.
Pelinkovac Maraska
L'amaro Pelinkovac prodotto dalla Maraska di Zara. Il nome fa diretto ri-
ferimento all'assenzio, che in serbo-croato si dice pelin. La legislazione at-
tuale impone una gradazione alcolica variabile dal 28 al 35%.
Il nome della pianta in serbo-croato è infatti pelin.  E' popolare in Serbia, Croazia, Montenegro e Bosnia-Erzegovina, come pure in Slovenia, dove è conosciuto come Pelinkovec o Pelinovec.
La ricetta base prevede la macerazione dell’intera pianta dell’artemisia (foglie, semi e radici) in alcool di vino a 85° e la sua successiva distillazione.
Si passa poi a una nuova infusione con altri aromi, in particolare semi di finocchio, anice, coriandolo, secondo ricette proprie di ogni fabbrica che ne determina anche la tonalità cromatica (dal giallognolo scuro al verdastro). Quindi, nuova distillazione fino a ottenere la gradazione desiderata, tradizionalmente superiore ai 45 gradi. Ha un sapore molto amaro, che ricorda quello dello Jägermeister.
pelinkovac
Le marche più note sono Gorki List, Maraska e Badel. Pelinkovac Badel ha un gusto vicino a quello dello Jägermeister, più dolce e meno amaro, mentre Gorki List è più spesso e ha gusto più amaro. Maraska è la più diffusa in Croazia e viene prodotta a Zara, nell'ex-stabilimento della Luxardo.

Nessun commento:

Posta un commento