1 luglio 2012

Sul monte Sis nell'isola di Cres

Una breve escursione in ambiente mediterraneo, appena sbarcati dal traghetto di Brestova (Istria).
Quando la porta del traghetto si apre, si crea una colonna di auto, camper, furgoni, camion e fuoristrada che si lanciano lungo la stretta strada che cavalca la dorsale nord dell'isola. Stanno incollati a quello che li precede, in attesa di un impossibile sorpasso. Tutti corrono troppo e in pochi basano al paesaggio; non c'è spazio per parcheggiare. Ma quando si arriva al passo di Križići (m 371), che si trova nella parte più stretta dell’isola, dove c’è il bivio per il paese di Beli, c'è un largo spiazzo, ed è possibile fermarsi.
Mentre il serpente rombante si allontana, prendiamo l'evidente sentiero che sale con pendenza regolare tenendosi sempre sulla destra di un lungo muretto a secco, di quelli che delimitano i campi. Qualche pecora, salvia selvatica in fiore, ginestre, roverelle e macchia mediter- ranea, sole e mare. La zona è frequentata dai grifoni, che contendono lo spazio ai gabbiani.ss
Il segnavia bianco e rosso conduce sulla cima del monte Sis in 45 minuti (sono circa 250 metri di dislivello). Il panorama è circolare. A nord la costa istriana, a sud la stretta isola che serpeggia fino a Lussino.

Nessun commento:

Posta un commento