5 febbraio 2013

La "manestra" della tradizione contadina

Quando la carne era un lusso la tavola contadina aveva come piatto obbligato la zuppa di verdure o maneštra, che era sempre a base di fagioli e patate, entrambi a lunga conservazione e a basso costo.
manestra maneštra
La madre di tutte le maneštre era semplicemente di fagioli e di patate. In
Istria veniva aggiunto a inizio cottura anche il pesto, che era molto diver-
so da quello genovese: un trito di pancetta di maiale, aglio e prezzemolo.
Di volta in volta veniva poi ag-giunta una verdura di sta-gione, e quindi si avevano rispettivamente la minestra od bobići (col granturco novello), od jačmika o ječma (con l’orzo), od slanca o slanutka (coi ceci), od koromača (col finocchio).
E d'inverno, quando le verdure scarseggiavano, la zuppa ve-niva fatta su una base di cavo-lo agro (salcrauti) oppure con le barbabietole acide, e si chia-mava  jota, che era la minestra povera destinata ai mesi freddi.

Nessun commento:

Posta un commento